Medtronic vuole aumentare la produzione di ventilatori polmonari per l’emergenza Covid-19

0
294
Condividi

Medtronic intende raddoppiare la propria capacità produttiva di ventilatori polmonari ad alte prestazioni, ad oggi già implementata di oltre il 40%, per far fronte alle esigenze dei pazienti e dei sistemi sanitari che, in tutto il mondo, stanno affrontando l’epidemia di Covid-19.

Le produzioni

Medtronic produce ventilatori ad alte prestazioni destinati sia ai pazienti in fase acuta, ricoverati in terapia intensiva, in pronto soccorso o in reparti di degenza, sia a coloro che si trovano in una fase di trattamento sub-intensivo, in strutture di assistenza a lungo termine oppure al proprio domicilio. I ventilatori per pazienti in condizioni critiche, come quelli colpiti dalla forma più aggressiva di Covid-19, sono prodotti a Galway, in Irlanda.

Il sito di Mirandola, si punta al +30% di produzione

Inoltre anche lo stabilimento Mallinckrodt Dar del gruppo Medtronic, situato a Mirandola, in provincia di Modena, e specializzato nella produzione di filtri e circuiti per il trasporto dell’ossigeno, materiali consumabili monouso, impiegati per collegare i pazienti ai ventilatori polmonari, sta facendo la sua parte. Infatti, dall’inizio dell’emergenza, la capacità produttiva del sito è stata aumentata del 15% e si prevede a breve un ulteriore incremento del 30%. Tutto questo anche grazie alla fattiva collaborazione dei dipendenti e delle organizzazioni sindacali che hanno fatto sì che sia possibile operare su tre turni giornalieri, sette giorni alla settimana, motivo per il quale Medtronic sta anche assumendo nuovo personale per aumentare ulteriormente la capacità produttiva del sito di Mirandola.

Fonte: Aboutpharma


Condividi