Con il supereroe “Maskerix” è sfida a carte contro il covid-19. Combattere il coronavirus è un gioco da ragazzi

0
63
Condividi

In uscita in tutta Italia dal 24 luglio il primo gioco di carte sul virus. Obiettivo imparare a proteggersi giocando

Combattere il coronavirus è un gioco da ragazzi. Da oggi la lotta contro il covid-19 passa da un mazzo di 55 carte con cui, piccoli e grandi, possono divertirsi e apprendere le buone pratiche per la prevenzione contro la pandemia. Si chiama “Operazione Maskerix” il divertimento ideato dalla casa editrice Giochi Briosi di Firenze, il primo in Italia tra i giochi a carte, con cui s’impara a difendersi dal temibile virus giocandosi le carte vincenti. Una sfida ludica ma anche educativa per i bambini sopra ai 6 anni ma anche per i più adulti che potranno così giocare sotto l’ombrellone, al parco, nei centri estivi o a scuola. Vincerà solo chi riuscirà a non farsi attaccare dal terribile virus a forma di corona facendosi aiutare dal supereroe Maskerix, nelle sembianze di una volpe dotata di mascherina, e dalle carte protezione (mascherina, guanti, distanza, disinfettante), rispondendo esattamente alle domande su origine, diffusione e prevenzione del coronavirus.

L’idea Maskerix nasce durante il lockdown da un’idea di Nathalie Chaineux e Antonio Aiazzi (Giochi Briosi), per convincere i più piccoli a indossare la mascherina diventando “supereroi” contro il coronavirus. Le illustrazioni sono di Mauro Pelosi – SpazioKreativo. Il gioco è previsto in uscita in tutta Italia dal 24 luglio nei migliori negozi di libreria, cartolibreria, negozi di giochi e tabaccherie e on line sul sito www.giochibriosi.it

Come si gioca Maskerix è un gioco cooperativo con punteggio, ogni giocatore si deve proteggere dall’aggressione del coronavirus con le carte protezione. Se il giocatore non possiede tutte le protezioni può essere infettato. Ogni giocatore a turno diventa “master”, Maskerix, e può utilizzare i suoi poteri speciali per proteggere se stesso e gli altri giocatori dal rischio infezione. Alla fine di ogni turno si contano i giocatori rimasti immuni che acquisiscono un determinato punteggio. Per rimanere immuni, però, bisognerà rispondere correttamente a tutte le domande sul coronavirus scritte nelle carte.

Giochi Briosi Casa editrice di giochi da tavolo da 20 anni. In principio fu l’idea: conoscere divertendosi. Poi ne è diventato il motto. Nel 2000 l’inizio sviluppando un gioco da tavolo diverso. Un gioco che parlava di territorio, di tradizione e dei suoi abitanti. Nel 2003 nasce così il primo gioco “I Toscanacci”. In poco tempo è un successo sia in Toscana che oltre i confini. Sei ristampe per un totale di più di 38.000 copie vendute. Tra il 2008 e il 2010 nasce la collana di giochi sullo stesso format dedicati al territorio. Primo fra tutti “L’Italia & gli Italiani“ a cui seguiranno “Venezia & I Veneti” e “Milano & I Madunnini”. Nel 2013 nasce Giochi Briosi on demand e viene prodotto il primo gioco su commissione. Nel 2018 Giochi Briosi inizia a partecipare alle maggiori fiere di settore. Tutti i giochi sono elaborati per aggregare le persone. Ogni partita crea comunicazione e divertimento fra i partecipanti, che siano famiglie o amici. Giocando si può scoprire, imparare o avere il piacere di ricordare. In ambito scolastico o educativo, sono uno strumento essenziale per lo sviluppo delle capacità di apprendimento.

Info: www.giochibriosi.it, Facebook “Giochi Briosi”


Condividi